Iskra è una Società Cooperativa Sociale Onlus di tipo A ed opera dal 1980 nei servizi socio assistenziali ed educativi rivolti alle fasce svantaggiate e più a rischio di emarginazione sociale

CIAO EGIDIO! La famiglia SPOLETINI e amici Gruppo Primo '51."
Vogliamo ringraziare di cuore Egidio, che da poco ci ha lasciato, tutta la famiglia Spoletini e gli amici Gruppo Primo '51, per la donazione che hanno voluto fare a sostegno delle attività della nostra cooperativa. Un'azione questa che abbiamo vissuto come un raggio di sole in un anno di tempesta, soprattutto perché la scelta è caduta sulla nostra cooperativa grazie ad informazioni raccolte dalla famiglia Spoletini sul territorio, da persone che ci conoscono e conoscono il nostro impegno, il nostro lavoro, la nostra onestà e trasparenza. Ecco, questa donazione, fatta in questo modo, ci dà il conforto necessario per superare i momenti difficili che ancora affrontiamo in questa parte finale del 2020 e che si trascineranno ancora in parte del 2021. Grazie ancora Egidio, grazie alla famiglia Spoletini e agli amici Gruppo '51 da parte di tutt* noi lavoratrici e lavoratori di Iskra Cooperativa Sociale Onlus.
Maurizio Simmini

GRAZIE !!!
Un grandissimo grazie alle operatrici e agli operatori della Iskra Cooperativa Sociale Onlus che, con grande senso di responsabilità e abnegazione, continuano ad assicurare assistenza domiciliare per le persone più fragili e sole, superando difficoltà e paure. Grazie a tutte le coordinatrici della nostra cooperativa che supportano e coordinano, con professionalità e passione, tutte le nostre lavoratrici e lavoratori. Grazie alle nostre segreterie di coordinamento che, costantemente collegate con utenti e operatrici/ori, mantengono forte l'impegno dei servizi. Grazie a tutte/i loro siamo in grado di rimodulare e riorganizzare l'assistenza in questa fase difficilissima rispettando i criteri imposti dai decreti e dalle ordinanze che si sono succedute in questi giorni. Grazie a chi si occupa degli aspetti amministrativi e di rifornimento ausili che, con difficoltà enormi dovute alla scarsa reperibilità sul mercato, cercano di procurarci i dispositivi adeguati per continuare a lavorare. Grazie a tutti coloro che nella nostra cooperativa operano per mantenere unita e forte tutta la compagine lavorativa perché solo insieme riusciremo a superare difficoltà, enormi, uniche, mai viste prima. Solo grazie alla nostra capacità di mantenerci uniti...CE LA FAREMO!
Il Presidente
Maurizio Simmini

Di fronte al rischio di diffusione del Covid 19 e alle misure restrittive dei decreti legislativi del nostro Governo per contenerla, la Iskra Cooperativa Sociale Onlus ha riorganizzato i propri servizi socio-assistenziali ed educativi in stretta sinergia operativa con le Amministrazioni Pubbliche e con le Cooperative Sociali con cui lavora in ATI, garantendo gli stessi anche attraverso servizi alternativi concordati. Si sono cercate e attivate soluzioni per far sentire la nostra presenza e fornire il nostro supporto alle persone con fragilità, disabili, anziani, minori e famiglie con cui lavoriamo ogni giorno, anche attraverso una modulazione degli interventi/prestazioni garantiti da remoto. Prosegue l'attività di progettazione, amministrazione e coordinamento dei servizi. E' costante il lavoro per garantire i dispositivi di sicurezza agli operatori che prestano ogni giorno la loro attività.

CedAf FataVille
centro per le famiglie 2
CedAf Elianto
Micronido Giocareducando
assistenza domiciliare minori
Copia di Copertina di Facebook nero e verde con forbici per acconciature (10)
Copia di Copertina di Facebook nero e verde con forbici per acconciature (5)
Progetto senza titolo

Si è tenuto il 04.12.2020 il terzo appuntamento del percorso Mosaico Roma,
promosso dalla Rete dei Numeri Pari e dedicato al tema della lotta alle mafie nella città
di Roma: Saperi e proposte per sconfiggere le mafie e costruire giustizia sociale.
Un obiettivo ambizioso e necessario, da raggiungere chiamando a raccolta associazioni,
realtà sociali, sindacali, politiche, religiose giornalisti ed esperti, esperienze territoriali da tutta la città di Roma, per confrontarsi e discutere di una delle questioni centrali per il futuro della Capitale.
Contrastare le mafie è un esercizio di cittadinanza e oggi siamo tutti e tutte chiamati a unire il nostro impegno per far crescere la consapevolezza e la partecipazione. Sono questi i veri anticorpi di contrasto alle mafie che rappresentano una ricchezza per Roma e che la politica ha il dovere di rimettere al centro, valorizzando le esperienze di antimafia sociale e di partecipazione dal basso.
Per queste ragioni cittadini-e, associazioni, comunità di fede, movimenti, lavoratori e lavoratrici, sindacati, cooperative sociali, insegnanti, studenti e studentesse, famiglie, commercianti, operatori e operatrici sociali, migranti, hanno deciso di ritrovarsi con alcuni obiettivi importanti: approfondire la lettura del fenomeno mafioso nella città, riconoscere il lavoro di contrasto alle mafie delle esperienze sociali e sindacali, costruire proposte concrete per il futuro della città di Roma.
Di seguito la diretta della Plenaria e dei tavoli dell’iniziativa che si è svolta venerdì 4 dicembre
Plenaria introduttiva link
Tavolo 1 LE MANI SULLA CITTÀ Come si sono trasformate le mafie: economia mafiosa e trasformazioni cittadine Parte 1 link– Parte 2 link
Tavolo 2 ROMA CAPITALE DELLE DISUGUAGLIANZE E DELLE MAFIE Nelle periferie di Roma, dal potere delle “narcomafie” alla geografia della speranza Parte 1 link Parte 2 link
Tavolo 3 LA PEDAGOGIA CHESCONFIGGE LE MAFIE La corresponsabilità dei media e delle comunità educanti. Parte 1 link Parte 2 link
Plenaria conclusiva Parte 1 link Parte 2 link
Le nostre aree di intervento